Sviluppo sostenibile

ICMA sviluppa tecnologie di estrusione finalizzate a garantire uno SVILUPPO SOSTENIBILE intese come: utilizzo di Risorse rinnovabili (es. fibre naturali, amido) e/o riciclabili (es. scarti plastici) e Riduzione dei consumi energetici.
Per questo motivo alcune delle nostre soluzioni tecnologiche sono state focalizzate alle risoluzione di queste problematiche. Tra le applicazioni specifiche ricordiamo: 

– Impianti di Compounding per Biopolimeri
– Impianti di Compounding per Riciclo
– Impianti per WPC (Compositi plastica / fibre naturali)
– Impianti di Estrusione  per lastre e profili da materiali riciclati

Tali soluzioni impiantistiche, basandosi su estrusori bivite co-rotanti,  si caratterizzano per:
» Capacità di miscelare materiali a basso costo disponibili da scarti di lavorazione di prodotti naturali (es polvere di legno) e non (es. plastiche di scarto) per ottenere manufatti con caratteristiche innovative.
» Alimentazione dei singoli ingredienti direttamente nell'estrusore co-rotante, per ottenere una miscela omogenea pronta per essere quindi estrusa in un semilavorato sia esso una foglia o una lastra. L’estrusione diretta consente notevoli risparmi energetici.

Più di recente ICMA ha sviluppato il progetto ECOIMPATTO, cioè partendo da scarti plastici misti post-consumo, ha messo a punto una tecnologia molto innovativa per ottenere manufatti estrusi ad elevata qualità estetica

La conferma del nostro impegno su questo tema è dato dalle nostra storia e dai brevetti registrati. Negli anni '70, la collaborazione con Solvay, ha portato all'ottenimento di un brevetto per la produzione di lastre in PP con farina di legno (brevetto Wood-stock™), utilizzate con grande successo in particolare nel campo dell'automobile (Fiat - Ford - Nissan - Volkswagen).
Tale metodo è stato ulteriormente perfezionato nel tempo e adeguato tecnologicamente a macchinari (estrusori bivite co-rotanti) di nuova generazione (migliori prestazioni, maggiori produzioni, maggior precisione, ecc.) che consentono l'impiego di materie prime di facile reperibilità.
Oggi il brevetto copre molte delle geografie industrialmente significative.

Come ulteriore sviluppo della suddetta applicazione, ha messo a punto e brevettato un sistema per la produzione di materiali compositi (brevetto Naturecore™) consistenti in strati lamellari di polimero con carica organica vegetale rivestiti da strati esterni con cariche inerti (polveri minerali). Quest'ultima applicazione è stata sviluppata per il settore agro-alimentare nella produzione di imballi monouso completamente riciclabili.
Copyright © 2016 ICMA San Giorgio SpA - P.IVA 00911430155 - Privacy Policy - Credits